Pontificale-ecundu-ritus-sacrosancte-romane-ecclesie-2b12a4ff-806a-48e5-83f6-a1811dc54442
Thumb_pontificale-ecundu-ritus-sacrosancte-romane-ecclesie-af35e91f-d831-4f86-b353-692d688c6ee2
Thumb_pontificale-ecundu-ritus-sacrosancte-romane-ecclesie-27698594-4259-4ccd-aed1-06420a78cad5
Thumb_pontificale-ecundu-ritus-sacrosancte-romane-ecclesie-874bc4b1-1a86-4a38-bd2e-83592e371cf0
Thumb_pontificale-ecundu-ritus-sacrosancte-romane-ecclesie-4cc86a63-ecb9-4e7d-8b3a-f1736794b323

Notas Bibliográficas

In-folio (34 x 23,5 cm.). Legatura del '700 in mezza pergamena con angoli, titolo impresso in oro sul dorso. Frontespizio con titolo e marca tipografica stampati in rosso entro elaborata cornice silografica composta da 4 blocchi; la cornice è ripetuta su tre pagine di testo che racchiudono anche tre belle illustrazioni (7,5 x 13,3 cm.) e tre grandi iniziali istoriate; sul verso della sesta carta preliminare c’è una stupenda silografia della crocefissione entro cornice composta da 8 legni; 162 graziose silografie n.t. e moltissime iniziali istoriate incise in legno; tutte le silografie sono incise alla maniera di Zuan Andrea. (6), 253 ff.; caratteri gotici in rosso e nero e con moltissime pagine di musica. Primi due fogli lenti, margine esterno del frontespizio restaurato e quello inferiore di due fogli rifatto, alcuni piccoli forellini di tarlo, alone nel margine basso degli ultimi 4 fogli, e senza l’ultimo foglio bianco, peraltro esemplare ben conservato.
Questa seconda edizione giuntina, dedicata a Leone X, è la prima con le importanti aggiunte e correzioni del domenicano Alberto Castellano (da Castello, ca. 1450-1525), su cui “si fondò la prima riedizione post-tridentina del Pontificale Romanum voluta da papa Clemente VIII (1592-1605). Essa è composta da tre libri: il primo contiene le norme liturgiche per l'Ordinazione e la Benedizione delle persone, il secondo quelle per la benedizione delle cose ed il terzo descrive le funzioni episcopali più importanti, che sono collegate all'Anno liturgico. I libri I e III rimasero invariati fino al Concilio Vaticano II.” (Wikipedia) “Il Castellano fu soprattutto un attento compilatore le cui raccolte, in special modo quelle liturgiche, furono usate a lungo e rivestirono anche il carattere di ufficialità. Il suo Liber Pontificalis (1520), più volte edito nel corso del sec. XVI, divenne con l’edizione del 1595 il Pontificale d’uso normale nella Curia romana” (DBI XXI, 643). Essling 1695. Sander 5839. Olschki, Choix, 3230. Adams L-1238. Camerini, Giunti di Venezia, I, 240. Edit 16, CNCE 11858.
The Pontifical contains the rites for ordinations, consecrations, and all other liturgical rites and ceremonies performed by popes and bishops. This second Giunta edition is the first with the important improvements by the Venetian Dominican Alberto Castellano; Pope Clemens VIII did choose it for the first Pontifical printed after the Council of Trent in 1595, and prohibited the use of any other version. It is divided in three parts, the first and the third remained almost unchanged until the Second Vatican Council of 1962. Title within a large emblematic and historiated border, repeated 3 times, a superb full page crucifixion within a large decorative border, 162 attractive text woodcuts, and numerous woodcut historiated initials. Gothic type, printed in red and black throughout and with many musical notes. 18th century half vellum, gilt title on spine. First two leaves loose, outer margin of title and lower margin of two other leaves repaired, a few pin wormholes, a stain on lower margin of the last 4 leaves, and lacking final blank, generally however, a good copy of this luxurious piece of printing.

Gastos de envío

Gastos para el envío en Italia

  • carta certificada 4,90
  • Mensajería 9,90